Riportiamo l'articolo di un nostro utente, Giuseppe Parinisi, che ha installato con successo un nostro sensore OEM 3th party by AnemOS electronics, studiato appositamente per la Davis Vantage Pro2. Fonte articolo, qui http://giuseppeparinisi.blogspot.it/2015/03/sostituzione-sensore-th-davis-vantage.html

 

Iniziamo da un concetto di base universale: nulla dura per sempre! Ed infatti, dopo circa 3 anni di impeccabile funzionamento, anche il sensore Termo/Igrometro della blasonata Davis Instruments ha iniziato a "dare i numeri"! Cercando informazioni in Internet mi sono reso conto che tuttavia questo inconveniente è più che normale... il sensore di Temperatura e Umidità è quello in un qualche modo più esposto, più a diretto contatto con l'ambiente esterno. Succede che in alcune zone dove le condizioni climatiche sono impervie, se non estreme, questi sensori si danneggiano. Caltabellotta, per la sua posizione e per il suo caratteristico ambiente meteo, penso possa rientrare benissimo tra queste località "difficili"! La forte e persistente nebbia invernale ed il tipico freddo nei mesi più duri dell'anno sono quindi nemici di questo genere di strumentazione.

Volutamente non ho scelto di sostituire il sensore danneggiato con uno nuovo del medesimo tipo perché col tempo il problema potrebbe ripresentarsi. La soluzione per garantire una maggiore durabilità nel tempo consiste nell'adottare un sensore di terze parti (che tuttavia monta lo stesso identico chip Davis 7346.166) dotato di rivestimento al poliuretano!

 

Il sensore, prodotto da AnemOS Electronics, è la versione 1.1 del 2015 e quindi di recentissima produzione. La tropicalizzazione (trattamento per resistenza a polvere e acqua) con Silicone Conformal Coating lo rende superiore allo standard produttivo della Davis Instruments.

E così stamani, Domenica delle Palme, approfittando di una bella giornata primaverile mi reco in terrazza per i lavori di sostituzione! Per prima cosa scollego il cavo dati del gruppo ISS dalla consolle, poi salgo sulla scala ed inizio a svitare i bulloni che sostengono il tubo di ferro del palo telescopico! Rimuovo l'imbuto del pluviometro e con l'occasione do una pulitina alle bascule, poi stacco dal supporto lo schermo solare dove è alloggiato il modulo da sostituire.

 

Ringraziamo Giuseppe per averci dato la possibilità di pubblicare i contenuti testuali e le preziose immagini riprese durante le operazioni di sostituzione

Per maggiori informazioni vi rimandiamo allo Shop del sito